salta al contenuto

Lavoro di pubblica utilità

Il lavoro di pubblica utilità consiste nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere presso lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni o presso enti o organizzazioni di assistenza sociale o volontariato.
I lavori di pubblica utilità possono consistere nella prestazione di opera materiale o intellettuale. Possono consistere, ad esempio, in prestazione di lavoro per finalità di protezione civile, tutela del patrimonio ambientale e culturale, prestazione di lavoro nella manutenzione di beni del demanio e del patrimonio pubblico, prestazioni di lavoro per finalità sociali e socio-sanitarie, prestazioni di lavoro inerenti a specifiche competenze o professionalità del soggetto.
L’attività viene svolta presso gli Enti che hanno sottoscritto con il Ministro, o con i Presidenti dei Tribunale delegati, le convenzioni con le quali si concorda il numero dei posti disponibili presso l’ente o l’associazione, la prestazione di lavoro che verrà svolta, i soggetti incaricati di coordinare la prestazione lavorativa, modalità di svolgimento del lavoro, nonché le modalità di raccordo con le autorità incaricate di svolgere le attività di verifica.
 

ENTI CHE VOGLIONO CONVENZIONARSI

Gli enti che vogliono convenzionarsi con il Tribunale di Macerata devono:

  1. Manifestare la volontà di voler stipulare la convenzione (delibera di Giunta o delibera del consiglio di amministrazione, comitato direttivo o altro);
  2. Nel caso di associazione sociale o di volontariato, è necessaria una illustrazione dell’attività svolta dall’associazione.

Si possono stipulare le seguenti tipologie di convenzioni:

  1. Convenzione ai sensi dell’art. 54 del D.Lvo 28 agosto 2000, n. 274, degli artt. 186 comma 9 bis e 187 comma 8 bis,D. lgs 285/1992 (c.d. Codice della Strada) modificati con Legge 29/07/2010 n. 120 (disposizioni in materia di sicurezza stradale) e dell’art. 2 del  D.M. 26 marzo  D.lgs 2852001
 
 
 Normativa di riferimento:
  • art.54 D.lgs 28/08/2000 n. 274
  • art. 186 comma 9 bis e 187 comma 8 bis del d.lgs 285/1992 (modifica apportata con art. 33 L. 120/2010 (disposizioni in materia di sicurezza stradale)
  • DM del Ministero della Giustizia del  26 marzo 2001
  1. Convenzioni ai sensi dell’art. 168 bis c.p. introdotto con L. 28/04/2014 (sospensione del procedimento con Messa alla Prova)
Normativa di riferimento:
  • Legge 28 aprile 2014 n. 67 (introduzione dell’art.  168 bis cp e dell’art. art. 464 cpp)
  • DM del Ministero della Giustizia 8 giugno 2015