salta al contenuto

Opposizione allo stato passivo

PROCEDURE INIZIATE PRIMA DELL'ENTRATA IN VIGORE DEL D. LGS. 9 GENNAIO 2006 N. 5:

  • Riferimento normativo: articolo 98 R.D. 16/03/1942 n. 267 (Legge Fallimentare);

  • Il ricorso deve essere depositato in carta semplice presso la cancelleria fallimentare, stanza n. 515 Piano 5°;

  • Il giudice fissa, con decreto in calce al ricorso, la data dell'udienza;

  • Una volta fissata la data, il ricorrente deve richiedere due copie del ricorso e del decreto pagando i diritti di copia;

  • Ottenute le copie deve effettuare la notifica del ricorso al curatore;

  • Dopo aver notificato il ricorso l'interessato deve iscrivere la causa a ruolo presso la cancelleria civile, Ufficio Iscrizioni – stanza n. 620 Piano 6° – almeno 5 giorni prima dell'udienza, depositando l'originale di notifica ed il fascicolo di parte.

PROCEDURE ASSOGGETTATE ALLA DISCIPLINA DI CUI AL D. LGS. 9 GENNAIO 2006 N. 5:

  • Contro il decreto che rende esecutivo lo stato passivo può essere proposta opposizione, impugnazione dei crediti ammessi o revocazione (art. 98 Legge fallimentare).

Il ricorso si propone presso la cancelleria civile (piano 6) pagando il relativo contributo unificato.