salta al contenuto

Ammortamento di Assegni Bancari e Circolari

In caso di smarrimento, sottrazione o distruzione di un assegno bancario o circolare è necessario effettuare la denuncia dell'evento al trattario (per gli assegni bancari) o all'istituto emittente (per gli assegni circolari).

Per ottenere il pagamento occorre poi chiederne l'ammortamento (atto che priva un titolo sottratto, smarrito o distrutto di validità verso terzi e ne consente il pagamento al proprietario).

Non si fa luogo ad ammortamento degli assegni emessi con la clausola "non trasferibile".

L'ammortamento dell'assegno bancario può essere chiesto solo dal beneficiario.

L'ammortamento dell'assegno circolare può essere chiesto sia dal beneficiario che dall'istituto emittente.

Per la richiesta di emissione del decreto di ammortamento occorre compilare il modello disponibile presso la cancelleria o Modello per la richiesta di emissione del decreto di ammortamento.

La competenza è del Tribunale o Sezione Distaccata di Tribunale del luogo ove l'assegno bancario è pagabile ovvero del luogo in cui vi sia uno stabilimento dell'Istituto che ha emesso l'assegno circolare o anche del luogo di domicilio del ricorrente.